Home

Problema radio

28 settembre 2006

Ma come è? Non riesco ad ascoltare più la radio. Mi ricordo i pomeriggi delle medie quando era d’obbligo ascolter PO Box di Enrico Silvestrin, le mattine dei primi anni di università quando Fabio Volo e la zia Lety erano un’abitudine, con le sere di Bertallot e qualche mattina di Linus e Nicola. Era proprio un istinto, svegliarsi e accendere la radio, ascoltare delle voci alternate alla musica, a qualche notizia e, bisogna confessarlo, a tanta pubblicità. L’abitudine è sicuramente di famiglia, mia mamma accende prima la radio e poi la luce … ma ora? Dopo essere passata da Radio Dj a RDS dove almeno nel pomeriggio, che è il momento più libero, si evita la musica da discoteca, non so bene dove e come sintonizzarmi. Credo che sia anche un effetto di un anno in Francia dove non ascoltavo nè la radio francese nè la radio italiana se non qualche volta in streaming.

Provo a sintonizzarmi su RDS che avevo lasciato prima di partire, ma alla seconda ora di ascolto già si ripete qualche canzone NO NO NO. Radio Dj almeno me la ricordo come qualcosa di vario e di molto legato al dj che parlava in quel momento: Fabio Volo mandava delle cose tutte sue (il Fabio Volo degli inizi, non scordiamocelo), Linus e Nicola avevano il loro stile e la sera Bertallot mandava quelle musiche che sembravano scritte apposta per passare una calma e tranquilla serata. Forse dovrei fare un giro sul sito e riguardare un po’ cosa è rimasto di qualla programmazione che mi ha accompagnato per anni. Ma mi sembra strano programmare l’ascolto della radio come si fa con quello della TV: c’è un film che mi piace alla tal ora e mi sintonizzo per guardarlo. No la radio è sempre stata una cosa del tipo, son qui alla scrivania o in camera, non devo raggiungere chissà quale livello di concentrazione e quindi posso farmi accompagnare da parole e musica…non funziona la cosa dell’orario e del programma definito dal palinsesto…ci vuole qualcosa di naturale, son qui e accendo, senti che bello.

Per il momento la soluzione sono i cd, anzi in questo periodo in particolare i cd di Bersani, vecchi e nuovi mescolati. L’idea di capire al volo le parole, la grande differenza melodica tra una canzone e l’altra, tra un album e l’altro mi ricordano la radio. Però non vorrei abbandonarla così, forse dovrei fare un giro su radiorai…ma non voglio solo parole parole parole, qualcosa da seguire con super attenzione, la radio deve rimanere un sottofondo, piacevole ma comunque sotto. Devo approfondire la ricerca di una radio che vada bene a me, in questo momento. Forse la trovo!

Intanto continuo con Bersani.

s.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: