Home

Profumo

6 ottobre 2006

Un solo consiglio, NON ANDATE A VEDERE PROFUMO !

Giusto per chiarire, il libro a Chiara ed a me era piaciuto, o almeno era parso originale. Tutte e due allo stesso tempo sapevamo i rischi che si corrono nell’andare a vedere un film dopo aver letto il libro. Tutte e due sapevamo che si trattava di una produzione holliwoodiana e quindi da prendere con le pinze (ovviamente rispetto ai nostri gusti). Però un esperimento ogni tanto dimostra anche voglia di mettere alla prova le proprie convinzioni, apertura a ciò che generalmente non convince ecc ecc ecc

Beh forse era meglio non farlo questo esperimento, evitare di metterci alla prova! Per non rovinare il film a chi volesse andare al cinema non entrerò più di tanto nella trama che per chi ha letto il libro non è una novità ma magari per chi non l’ha letto può essere una sorpresa (?!?!?!). Per iniziare nei primi dieci minuti del film ho distolto lo sguardo una media di 2 volte a minuto, non perchè sono paurosa ma semplicemente perchè provavo schifo per certi, chiamiamoli, primissimi piani. La parte centrale del film scorre tranquilla. La ricostruzione di Parigi è convincente e le frequenti inquadrature in primissimo piano, quasi dettaglio, del naso del protagonista richiamato qua e là da mille odori/profumi è un buon trucco per trasmettere l’importanza dell’olfatto per Jean Baptiste; le immagini in Provenza della campagna invasa dalla lavanda sono belle ma più per merito della stessa Provenza che per bravura del regista (Tom Tykwer per la cronaca, quello di Lola corre) e … da un momento in poi qualcosa succede: è la storia di un assassino e il pubblico ride!

Scusate è un problema non svelare il finale e non spiegare perchè tutti ridevamo di gusto (per non piangere al pensiero dei soldi del cinema buttati al vento, per fortuna che ieri era la serata sconto donne! Almeno questo!) ma il significato è questo Profumo. Storia di un assassino, che giusto per capirci non suona come se fosse una commedia e non lo è, si conclude con un pubblico che ride, commenta sarcastico e alla prima lettera dei titoli di coda schizza fuori dal cinema senza star lì un minuto di più. Chi vuole intendere, intenda.

Qualche nota positiva: Ben Whishaw regge i primissimi piani e, nonstante io abbia letto su Vanity Fair che lui non ama il suo naso perchè è pieno di bozze, ha il naso giusto per interpretare un uomo che vive con e solo per gli odori e Ben Whishaw ha un corpo da gatto che scivola silenzioso ed è credibile come assassino introvabile e silenzioso. Rachel Hurd-Wood e i suoi capelli rossi, sono stati notati solo perchè Chiara, dall’alto della sua chioma riccia, ha lodato il parrucchiere e la definizione dei boccoli. Dustin Hoffman, imbellettato e pieno di mossette da profumiere alla frutta, non più creativo ma voglioso di far credere il contrario all’intera Parigi è simpatico. Stop. Note positive non ce ne sono più, a mio avviso.

Forse a difesa del regista un’unica cosa: difficile rendere, in un film dotato di immagini e suoni, un personaggio, una trama e un’idea di libro interamente basate sull’olfatto. E’ vero che anche nella scrittura questo non è possibile, ma ci sono più parole a disposizione dell’autore e più fantasia a disposizione del lettore.

Insomma evitate se potete. Tutto qui.

s.

Annunci

3 Responses to “Profumo”

  1. kristiane Says:

    allora per riprenderti ti consiglio “cambia la tua vita con un click”.. bello..ironico e drammatico.. una dramacomedy..


  2. …Ho letto il libro ed ero molto dubbiosa riguardo al film…ora non più…

    Grazie!

    *Strega*


  3. Ecco.Grazie.Pensa che io mi son rimessa a leggere il libro(che avevo letto un paio di anni fa).E amici miei mi hanno raccontato di aver riso a crepapelle al finale del film(qualcuno aveva letto il libro,altri no).E già quando ho visto l’attore che interpretava Grenouille tutto carino..ma dai che nel libro è un ragnetto storpio!!
    Ho capito,questo film ha banalizzato una storia che non poteva forse essere trasposta in un film.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: