Home

L’incredibile scioglievolezza del cioccolato

6 novembre 2006

COL CAVOLO!

Fine settimana originale: ho fatto la hostess per una nota di marca di cioccolato per ben due giorni!

Bolzano, mattina e pomeriggio in uno stand , quasi al chiuso, così bardata (notare prego l’estremo non-abbinamento, grazie) in rigoroso ordine dallo strato più interno a quello più esterno: canottiera nera, maglietta maniche lunghe in cotone blu (sic!), maglietta dalle maniche corte di lanina calda nera, camicia bianca e maglione di lana nero. Se state pensando all’omino Michelin avete negli occhi un’immagine che molto si avvicina. Sopra al tutto la tenuta da hostess: camicione bianco con doppiopetto, impossibile far capire cosa fosse sto coso, usate l’immaginazione, grembiule blu della taglia di un giocatore di pallacanestro e dulcis in fundo un cappellino di velluto blu. Dimenticavo un sorriso smagliante sempre stampato in faccia, costi quel che costi, davanti a qualsiasi scena che mi si è presentata davanti.

Per un totale di 14 ore, divise su due giorni ho ripetuto "Buongiorno signora/e, un piccolo omaggio per lei. Due cioccolatini dal cuore di cioccolato al latte, ricoperto da un guscio di cioccolato fondente al sessanta per cento di cacao, come quello che ha assaggiato all’inizio del suo percorso nel mondo del cioccolato fondente. Prego signora le lascio anche la guida dove trova tutti i prodotti. Se vuole può visitare lo stand acquisti qui fuori, l’altra struttura blu. Prego. Sì quella è l’uscita prego (oppure c’era la versione: No signora lei è entrata dall’uscita, faccia il giro e potrà iniziare il percorso dalla parte giusta)".

Vi giuro. Ho sparato questa cavolata per sette ore al giorno. Però ero pagata! In realtà un buon settanta per cento se ne fregava, intascava la cioccolata e tornava all’inizio della degustazione per fare il bis/tris/quadris ecc ecc ecc. L’altra metà invece che ringraziare e uscire mi faceva le domande più stupide che vi potete immaginare. Premettiamo che avevo davanti un piatto con gli ingredienti del cioccolato, fave di cacao, burro di cacao e zucchero, bene "Signorina come mai il burro di cacao è bianco?", "Signorina come lavorano le fave di cacao per fare la cioccolata?", "Le fave di cacao le cuociono?", "Me ne fa assaggiare una?" e, il meglio del meglio è stato, riferendosi ai blocchetti di burro di cacao, "Perchè tiene del formaggio sul banco?". No scusate ma siamo scemi? Son pagata per sorridere e darvi la cioccolata mica per fare Piero Angela nel mondo del cioccolato! Cosa pirlo ne so io cosa ci fanno a sti semini per farli diventare cioccolato! Metti in bocca. È buono? Beh bene concentrati sul cioccolato e non farti domande inutili!

Il meglio però è stata una signora che, mangiando il famoso cioccolatino rotondo che tutti voi, anche se non faccio nomi conoscete e individuate, mi ha chiesto come mai l’interno non era cremoso come nella pubblicità. Dico signora, lei è qui vestita di tutto punto, io ho quattro maglie l’una sopra l’altra, fuori fa -3 gradi, siamo all’ombra e ti chiedi come mai il cioccolatino non è scioglievole? Ma dico io! Di grazia che non ti rompi i denti a mangiarlo (in realtà è successo anche che a uno, addentando un morbidissimo cioccolatino fondente sia partita un’otturazione. Ve lo giuro). Cosa vuoi che sia cremoso!

Beh i lati positivi sono però tanti. Ci siamo fatti mille risate, i ragazzi dell’organizzazione (o, come ha detto Vale, della reception) erano carini e simpatici, le hostess e gli steward con cui ho lavorato pure, la cioccolata era buona (ho assaggiato solo per deontologia professionale, sia ben chiaro!) e i clienti facevano morire dalle risate. Spero solo che quei vecchietti e quei bambini che son passati dieci volte per giorno non abbiano mangiato tutta la cioccolata che hanno raggranellato sennò si sentiranno male per giorni!. Ah il meglio una famiglia con bambino che l’ha affittato all’intero parentado, sarà passato cinque volte ogni volta con un adulto diverso che diceva "Me ne dia uno più per favore. Così poi lo do al bambino!".

Nota positiva finale: son tornata a casa con un sacchettone di cioccolata che durerà un bel po’!

Buona serata cioccolatosa.

s.

One Response to “L’incredibile scioglievolezza del cioccolato”

  1. kristiane Says:

    ti prego condividilo con me il cioccolato.. mi tira su il morale.. oggi è proprio in down.. bacio bacio


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: