Home

Autonomie

17 gennaio 2008

Vengo da una provincia autonoma, Trento. I più autonomi fra gli autonomi perchè sta cosa della provincia tutta nostra e tutta speciale insieme ai cugini (parenti serpenti) di Bolzano ce l’abbiamo solo noi.
Chiaramente ogni tanto qualcuno si chiede perchè?!?!
Lasciando stare le motivazioni ufficiose, tenendo conto che la cicogna mi ha mollata lì mi tengo i vantaggi e gli svantaggi. Passiamo alle motivazioni ufficiali.
Siamo autonomi perchè abbiamo fra noi delle minoranze linguistiche: ladini, mocheni e cimbri.
Ladini a parte, che qualche sciata in Val di Fiemme ha chiarito a molti il concetto, Cimbri a parte che sono proprio pochi, a me oggi stanno a cuore i mocheni.

Darti del mocheno a Trento non è esattamente un complimento. Fino a vent’anni fa, probabilmente anche dieci, la Val dei Mocheni era chiusa, misteriosa e off limits per il turista (si narra, e non sono leggende, che se non eri targato Trento alè…i copertoni della macchina acquistavano sul momento una presa d’aria gratuita a suon di lama affilata). E per questo la Val dei Mocheni era bella bellissima. La presenza della minoranza ha fatto arrivare a pioggia i finanziamenti e dei vecchi masi di montagna sono diventati delle baite bellissime, al sole, con una corona di montagne da far invidia.

Perchè parlarne oggi?!? Da oggi il Mocheno è una lingua riconosciuta, come francese, russo e sardo. Insomma oggi noi stiamo costruendo i motivi per cui ieri ci hanno dato l’autonomia! Che volpi veh?!?!

sonia

9 Responses to “Autonomie”

  1. utente anonimo Says:

    Mica per farti la rompi di turno… ma non è proprio per le minoranze linguistiche della nostra provincia che anche noi abbiamo ottenuto l’autonomia… se l’Alto Adige fosse rimasto all’Austria, col ciap (…per attestare la mia origine..)che ci avrebbero dato l’autonomia…….!!!


  2. Hai ragione certo. Ma l’autonomia alle due distinte province e non alla sola regione è data, anche, dalla presenza delle minoranze linguistiche sia in provincia di Bolzano, sia in provincia di Trento. Altrimenti facevano un’unica regione autonoma e, se proprio proprio, davano un’autonomia speciale alla sola Bolzano. E invece siamo autonimissimi anche noi!

  3. Alberto46 Says:

    Sul mio blog e scoppiata una lunga discussione sulle minoranze linguistiche
    qui

  4. mumita Says:

    Un post decisamente interessante.
    Penso che aver dato l’utonomia alle provincie di Trento e Bolzano, e alle zone di confine “critico”, Friuli in particolare, sia stata una delle cose migliori fatte nel dopoguerra…in fondo l’autonomia garantisce a quelle regioni la possibilità di una gestione più adeguata del territorio, (e non ne scontenta troppo gli abitanti) e allo stato Italiano toglie una patata bollente
    Mi vengono in mente tutti quegli stati, UK compresi con la questione Nord Irlandese, che negando determinate autonomie, diritti e riconoscimenti, si danno la zappa sui piedi da soli!

    Ps. ovviamente stendo un velo pietoso sull’autonomia Siciliana…purtroppo!

  5. tafia Says:

    Da questo post sono finita al sito ufficiale della comunità mochena, scoprendo che per loro “bacio” si dice come da noi in dialetto si dice “pipì”! ^^ Da quel giorno continuo a scherzare col moroso dicendogli “dai, quand’è che mi porti a vedere i mocheni!” 🙂

  6. utente anonimo Says:

    Ho letto tutta la questione sollevata sul blog di Alberto. Quello sì che è uno scandalo inconcepibile, si sono inventati dal niente una minoranza. Almeno i Mocheni qualche ragione ce l’anno.


  7. @Alberto: grazie per la segnalazione. Ho letto con interesse il dibattito sulle minoranze e mi ha fatti piacere leggere i pareri di F.Toso che avevo sentito parlare in un convegno a Trento l’anno scorso!
    @Mumita: è vero anche secondo me in quel periodo storico l’autonomia è stata una buona scelta. Forse adesso sarebbe da rivedere perchè sono cambiate molte condizioni; però è vero che l’autonomia del TAA (soprattutto a confronto con altre) è un buon esempio!


  8. @Tafia: mi haio fatto morire dal ridere!!! Immaginati una mochena che guarda con aria offesa il moroso e gli dice “La prossima volta che mi proponi una pipì insieme vedi cosa ti faccio!”. Speriamo non capiti su un sito che parla del tuo dialetto!!!
    @Anonimo(?): spesso le minoranze sono talmente minoranze che si fa fatica a definirle tali; non è che i mocheni siano poi così tanti. Però è vero che ci sono sa sempre e portano avanti con convinzione una tradizione, anche ma non solo linguistica, particolare!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: