Home

Differenze italiane

20 gennaio 2008

Mattina del 20 gennaio.

Bologna: cielo plumbeo e grigio come Brizzi l’aveva descritto nel libruncolo che tanto ho letto alle medie: un blocco di ghisa. Gita romantica a San Michele in Monte (con il bus, che siamo ecologici e smacchinati) annullata per inutilità della gita. A San MIchele ci si va per il panorama su Bologna; oggi il panorama sarebbe stato un monocromatico smog nebbioso e forse forse avanzavano su le torri.

Trento (telecronaca al telefono di mia mamma e della mia amica G.): G. alle 930 mi informa che già è sulla via del Bondone per farsi due ore di sci perchè con una giornata del genere… Ore 1330 mia mamma mi informa che vanno a fare una passeggiata sul Bondone perchè con una giornata così non si può non andare.

Avete presente quella richiesta dell’ultima riga di qualche post fa?!?!
VOGLIO IL SOLE
(forse a scriverlo stampatello funziona)

sonia

Advertisements

9 Responses to “Differenze italiane”

  1. tafia Says:

    Anch’io. Qui è pioggia o nebbia da una settimana, senza tregua. Io vado a batterie solari, mi sto scaricando, ho bisogno di luce!!!! 😦

  2. Luposordo2 Says:

    Non è ancora arrivato a Bologna?
    Qui dopo due giornate bellissime è tornata la nebbia… Ma mica una nebbia normale!!!!


  3. @Tafia: ah guarda tra grigio e umidità qui hanno un master!
    @Lupo: dai però che la Pilotta con la nebbia la sera è da fate!

  4. DottorCarlo Says:

    Venerdì e sabato sono state due giornate splendide; la temperatura è arrivata anche a 15 gradi, il sole era magnifico.

    Perché questa ragazza vede sempre la bottiglia mezza vuota? Perché è così incontentabile e stracciaminchie? 🙂

    L’alternarsi delle stagioni è giusto che vi sia, anche le sfumature di grigio sanno avere il loro fascino e il loro senso, se li si cerca.


  5. @Carlo: risposta perchè in questo momento grigio/nero bisogna mi accontento di vedere il bicchiere. Il contenuto, se è vuoto o se è pieno, non arrivo nemmeno a metterlo a fuoco!


  6. Ops parlavi di bottiglia… diciamo che il concetto è lo stesso!


  7. Anche qui oggi era tutto grigio e metallico che sembra la giornata giusta per un attacco degli alieni 😉
    E domani è prevista pioggia …


  8. ok, abbiamo capito che bologna non è come trento e che la nebbia padana è peggio delle montagne…

    noi però ci si accontenta, convinti che un tramonto sui tetti rossi a maggio sia qualcosa che ti entra nel cuore e che ti riscalda, anche quando c’è la nebbia…

    e poi per la mia esperienza di trento, non è che il clima lì sia poi tanto diverso…io tutte le volte che sono andata mi sembrava di stare in una buca tal quale come bologna…

    è vero, lì ci sono le montagne vicine e per chi ci è abituato sono senza pari ma ricordati del nostro splendido mare di mucillaggine e divertimento…
    😉

    tieniti su.
    purtroppo la gavetta fa parte di tutte le luminose carriere professionali…


  9. Ciao Panz
    Momenti di scoramento a parte anche a me piace il rosso mattone di Bologna. Mi piacciono soprattutto piazza Grande la sera e le casine piccole tra via San Felice e via Sant’Isaia!
    Certo una montagnuccia dietro… 🙂
    Un abbraccio gavettoso


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: