Home

Statale 17 – qualche giorno dopo

27 ottobre 2009

E noi che ci eravamo organizzate per far pedalare Barbara (Summa)/ Mammamsterdam in giro per Trento e farle sentire aria d’Olanda…
Invece giovedì ha piovuto, tutto il giorno. Nemmeno i miei coloratissimi stivali di plastica, uniti al fatto che mi fossi ricordata l’ombrello, hanno fatto nulla.
Santa S. e Santo G. che avevano la macchina e che sono andati in stazione a prendere Barbara. Che poi, alle 21.00, ce la siamo anche cavata con un’umidità al 99% ma almeno non pioveva.

Barbara è arrivata e, salvandoci dall’ "Introduco io o introduci tu?" che ci eravamo rimpallate a vicenda con Cristina di Rileggo, si è presentata da sola. Il libro lo sto leggendo, ma un cosa vi dico subito che è vera: ci si diverte. E ci siamo divertiti anche quella sera.
Leggendo pezzi del brano e teatralizzando parlate dialettali, abbiamo capito che Barbara ama l’Abruzzo e che ha scritto questo libro sì per esorcizzare il trauma del terremoto, ma anche per farci capire che l’Abruzzo c’è, che è bello e che si presta ad una vacanza divertente e ricca di scoperte. Senza mezzi termini, diciamolo pure, quest’A(b)bruzzo – con due B come scappa spesso detto a Trento – non è un buco nel mezzo dell’Italia, buco che attraversiamo perchè andiamo più giù o che sentiamo allle previsioni del tempo perchè stanno più al freddo di noi. Ma una terra con mare e monti, con allegria e (quante recentemente!) tristezze e poi, almeno semanticamente e a palato, non troppo lontana da noi: leggo nelle prime pagine che anche gli abruzzesi, esprimendo amore per la loro terra a suon di raddoppiamenti, dicono Ab(b)ruzzo, che anche loro hanno un paese che si chiama Tione e anche loro mangiano le trote.
Come dire, tutto il mondo è paese e forse la prossima volta che incontro Barbara sarà laggiù.

La serata si è poi conclusa con le tisane e le torte di Elena e con una fantastica "S" di Sonia in cioccolato bianco che Sinter Klass mi ha portato in anticipo.

sonia

3 Responses to “Statale 17 – qualche giorno dopo”


  1. E all’Aquila hanno (avevano?) pure la facoltà di ingegneria relegata su un colle, come qua! Urge gemellaggio!

    Il libro me lo sto leggendo e godendo anch’io e decisamente abbiamo fatto proprio bene a organizzare (o meglio, improvvisare) questa presentazione sulla fiducia (ennesimo "atto di fede" per Statale 17, direbbe l’autrice).

    … a quando la prossima?

  2. belqisbis Says:

    Ma dài, eri tu l’amica di Trento di Barbara? Pensa che stonata, non avevo collegato…


  3. In realta l’abbiamo organizzata in 3, Pianobi che commenta sopra, Elena di Comida de Mama ed io!
    Ci siamo divertite e conoscere Barbara è stato proprio un piacere!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: