Home

Più libri, più liberi – Social media e marketing del libro

16 dicembre 2009

Ero a Roma, erano le 17 ed era buio, volevo andare al cinema a vedere "Lo spazio bianco" ma poi ho visto che c’era "Più libri, più liberi".
Cambio di programma e metro al volo, per andare almeno due ore alla fiera della piccola e media editoria; incuriosita non solo dalla Fiera ma da un bell’articolo (
qui) su Repubblica del 4 dicembre in cui la piccola e media editoria era segnalata come uno dei pochi settori culturali non in crisi, anzi in leggero aumento, e in cui venivano elencate alcune chicche di questa nicchia (in realtà, per fortuna, non tanto nicchia: 409 case editrici, 50.000 visitatori l’anno scorso).
Un giro veloce, anche perchè le mie caviglie avevano già fatto passi e passi, ma un buon risultato.
Il Trentino era addirittura presente con
Zandonai, Keller, Erickson, il Museo Storico e qualcuno che mi è sicuramente sfuggito. L’atmosfera era delle solite da Fiera, tanto caldo e tanta confusione, e nessuna presentazione in quelle due ore che sono stata lì si addiceva ai miei gusti, ma ne sono uscita contenta.
E questo perchè nell’interrato c’era una sorta di tavola aperta alla discussione sulla novità del libro 2.0 o più in generale dei rapporti del libro con il 2.0. E mi sono ascoltata un scambio di idee interessante e a più voci, sul marketing del libro sui social forum. In sintesi si diceva che da una parte i social forum possono essere una grande perdita di tempo (e fin qui siamo d’accordo) ma dall’altra che al momento sono la fonte più immediata e copiosa di feedback immediato.
Qualche voce mi sembrava non aver colto proprio tutto, uno dei direttori marketing presenti ha infatti detto "io non leggo mai tutte le mail che mi notificano un commento sul nostro muro". Allora io dico, il feedback dove è? Se io te lo mando e tu non lo leggi, dove sta l’interrattività del social forum? Speri solo che i tuoi utenti/fan parlino sul tuo muro dei tuoi libri ?!?! Secondo me dura poco.
Altre parole mi sono invece sembrate veramente coscienti, mi è piaciuto uno degli interventi che sottolineava come Facebook fosse il luogo più adatto per inserire anche link esterni, ad altre case editrici o ad eventi interessanti che si vogliono segnalare ai propri amici/lettori; un’affermazione del genere dimostra che si è in parte superata quella paura del lettore che si allontana solo perchè gli dai un consiglio che va oltre te, la tua casa editrice e il tuo sito (un po’ il discorso che abbiamo fatto nel posto precedente).
A conclusione una domanda del pubblico ha invece cimostrato come ci sia invece pochissima attenzione su Anobii da parte degli editori, e qui secondo me casca l’asino. Uno di loro ha detto che conosce gente che dovrebbe chiudere se fosse per i commenti presenti su Anobbi, così come altri dovrebbero invece essere perennemente sugli allori, e proponeva quindi banalmente di ignorare il parere dei suoi utenti. Invece mentre su facebook, Friendfeed e altri girano utenti di tutti i tipi, su anobii ci sono i lettori veri e a me capita di leggere una recensione su anobii prima di leggere un libro. Va da sè che quindi mi sembra miope ingorarlo; al contrario perchè non pensare a permettere alle case editrici di crearsi una loro libreria (con libri anche esterni, non solo loro, vedi sopra) su cui discutere e dare e ricevere pareri batti e ribatti?

sonia

One Response to “Più libri, più liberi – Social media e marketing del libro”


  1. Deve essere stato un incontro molto interessante.
    In effetti, è stupido ignorare le nuove tecnologie, forse si ha solo paura dei feedback negativi, che invece dovebbero solo aiutare a crescere.

    Aerie


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: