Home

A prima vista

27 luglio 2010

Non so cosa possa provare, sentire o pensare una persona che arriva per la prima volta qui. Io non me ne rendo conto, sono sempre venuta. Anche le cose più assurde e più fuori posto a me sembrano non dico normali, ma le riconosco come cose che possono succedere qui. Perché se uno pensa a certi paesi, lo mette in conto che, una volta usciti dall’aeroporto, il mondo cambi letteralmente rispetto a quello da cui si è partiti. Ma non mi pare che sulla carta né Israele né la Palestina (campi profughi a parte) sembrino dei paesi così diversi dal nostro, almeno per quello che si può vedere in immediato.

E invece direi che certe condizioni igieniche, certa confusione nella strada spesso bianca con bambini scalzi che giocano, i fili dell’elettricità che sembrano rispecchiare il disegno del più matto degli elettricisti così come gli animali che girano per le strade come nei nostri anni cinquanta – galline, asini, pecore e gatti ovunque – forse uno non se li aspetta. La cosa che più stona rispetto all’immagine del paese sviluppato è però la convivenza di queste due facce. Perché non c’è il quartiere dove tutto è a posto e quello dove invece cade tutto a pezzi. No, le due situazioni si combinano e intersecano ovunque, accanto allo spiazzo dell’asino c’è l’albergo di lusso, accanto alla strada asfaltata e perfetta che porta al parco giochi per i bambini c’è un container che funge da raccoglitore delle immondizie.

Si tratta di estremi fra loro vicini. Ma questo è il paese delle contraddizioni, il paese degli estremi, dove le mezze misure non si è capito bene quando sono andate perse, forse non ci sono mai state.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: